4-5-6 Ottobre 08 – Manifestazione antirazzista a Caserta

http://www.casertaweb.com/articoli/3919-sensibilizzazione-contro-il-razzismo.asp

Annunci

Sventrare monti non è un reato…

30 Settembre 08

Come dire… “immondizia e non solo”…

E’ notizia di questi giorni che il gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Pepe, abbia prosciolto gli 11 imputati della cosiddetta “Operazione Olimpo”, l’inchiesta condotta dal pm Donato Ceglie che portò al sequestro di cave e a diversi arresti. Tra gli imputati assolti, perché “il reato non sussiste”, gli imprenditori Luigi e Antonio Luserta. La decisione ha prodotto il dissequestro di beni e cave situate nella zona tra Caserta e Maddaloni.

La devastazione dell’ecosistema delle colline casertane, che ha prodotto, oltre ad un notevole stridore estetico, modifiche al clima della città e costante presenza di fumi dovuti alle polveri che si spargono nell’aria, cade dunque in prescrizione…

Nei prossimi giorni vi fornirò una serie di foto della gravissima situazione delle cave nel casertano.

[Fonte: www.casertaweb.com]

[Grazie Amore per la segnalazione]

“Piombo”

23 Settembre 08

“Chiazze di sangue, giornate di sole
Le dita sull’asfalto, l’arma già scarica.
Giovane vita in un gesso sottile
Tutto finisce, in terra resta una sagoma.

Fanti e pedine, scacchiere di morte
La merce nel sistema è l’unica regola
Rischiare tutto e non essere niente

Nel male scuro che travolge ogni pietà.

L’aria è più pesante che mai quando un fantasma ci ruba l’ossigeno
Quando il futuro è solo piombo su queste città
Sotto una cupola che sembra la normalità.

L’aria è più pesante che mai e brucia tanto che manca l’ossigeno
Troppi silenzi in quel cemento che già sanguina
Troppe speranze nel mirino che ora luccica.

Se un sogno non raggiunge neanche il mattino
Se le illusioni sono scorie di umanità
Come fare a coniugare un verbo al futuro
Quando il futuro è solo appalto di tenebra.

Dentro una terra di sole e veleni
C’è un paradiso infestato dai demoni
Spettri temuti con nomi e cognomi
Che tremano solo di fronte alla verità

Quella del coraggio di chi sfida l’oscurità,
Quella di chi scrive denunciando la sua realtà,
Le anime striscianti che proteggono l’incubo
Sotto la scorta di un domani che scotterà.”

L’aria è più pesante che mai quando un fantasma ci ruba l’ossigeno
Quando il futuro è solo piombo su queste città
Sotto una cupola che sembra la normalità.
L’aria è più pesante che mai e brucia tanto che manca l’ossigeno
Troppi silenzi in quel cemento che già sanguina
Troppe speranze nel mirino che ora luccica.”

[ Subsonica – “Piombo” ]

“Lettera a Gomorra, tra killer e omertà”

23 Settembre 08

Pubblico integralmente la lettera di Roberto Saviano su Repubblica.it, a riguardo dei recenti assassinii compiuti nel territorio di Castel Volturno, Caserta.

Ritengo la lettura di questa lettera un dovere civico per ogni cittadino. Senza alcuna esagerazione.

“I RESPONSABILI hanno dei nomi. Hanno dei volti. Hanno persino un’anima. O forse no. Giuseppe Setola, Alessandro Cirillo, Oreste Spagnuolo, Giovanni Letizia, Emilio di Caterino, Pietro Vargas stanno portando avanti una strategia militare violentissima. Sono autorizzati dal boss latitante Michele Zagaria e si nascondono intorno a Lago Patria. Tra di loro si sentiranno combattenti solitari, guerrieri che cercano di farla pagare a tutti, ultimi vendicatori di una delle più sventurate e feroci terre d’Europa. Se la racconteranno così.

Ma Giuseppe Setola, Alessandro Cirillo, Oreste Spagnuolo, Giovanni Letizia, Emilio di Caterino e Pietro Vargas sono vigliacchi, in realtà: assassini senza alcun tipo di abilità militare. Per ammazzare svuotano caricatori all’impazzata, per caricarsi si strafanno di cocaina e si gonfiano di Fernet Branca e vodka. Sparano a persone disarmate, colte all’improvviso o prese alle spalle. Non si sono mai confrontati con altri uomini armati. Dinnanzi a questi tremerebbero, e invece si sentono forti e sicuri uccidendo inermi, spesso anziani o ragazzi giovani. Ingannandoli e prendendoli alle spalle.

E io mi chiedo: nella vostra terra, nella nostra terra sono ormai mesi e mesi che un manipolo di killer si aggira indisturbato massacrando soprattutto persone innocenti. Cinque, sei persone, sempre le stesse. Com’è possibile? Mi chiedo: ma questa terra come si vede, come si rappresenta a se stessa, come si immagina? Come ve la immaginate voi la vostra terra, il vostro paese? Come vi sentite quando andate al lavoro, passeggiate, fate l’amore? Vi ponete il problema, o vi basta dire, “così è sempre stato e sempre sarà così”?

Continua a leggere

“Le puttane di regime preferiscono…”

23 Settembre 08

“Passa Lady barcollando nella nebbia del mattino, ha puntato col suo dito ogni uomo, ogni destino; c’è chi è lì senza scarpe e chiede la carità, lei cede i suoi diritti ai commercianti di pietà.

Scusa, hai visto per caso passare la vita e chi la sta portando via? Chi ci riempie la testa di marmellata e si nasconde dietro il così sia? Scusa, hai visto passare Lady barcollando? Aveva delle cose mie; ha venduto pezzi per ogni governo ed ora compra anche le fantasie.

Le puttane di regime preferiscono i rossetti, coccodrilli e tacchi a spillo, finte lacrime a cubetti; sanno bene mentire le loro banalità, mentre Lady barcollando distribuisce civiltà. Civiltà fatta di menzogne, di eserciti, di carogne, preistoria degli equilibristi, decalogo degli analisti in riunione a deliberare chi si è buttato, chi è da buttare; e tutti insieme stanno già aspettando un aiuto da Lady barcollando!

Stiamo in guardia come lupi, stiamo pronti ad azzannare chi ci vuole programmare per produrre e consumare; siamo guardie e vedette tra paesi e città, perché Lady barcollando sta svendendo la realtà.  Civiltà fatta di menzogne, di eserciti, di carogne, preistoria degli equilibristi, decalogo degli analisti in riunione a deliberare chi si è buttato, chi è da buttare e tutti insieme stanno già aspettando un aiuto da Lady barcollando!

Scusa, hai visto per caso passare la vita e chi la sta portando via? Chi ci riempie la testa di marmellata e si nasconde dietro il così sia? Scusa, hai visto passare Lady barcollando? Aveva delle cose mie; ha venduto pezzi per ogni governo ed ora compra anche le fantasie.”

[Cristiano De Andrè – Lady Barcollando]

Caserta tra Reggia e immondizia – 21

18 Settembre 08

Ecco di seguito riportati due articoli, dove si rende ben noto come la politica casertana voleva abilmente nascondere sotto la sabbia una problematica seria, d’altronde in linea con la condotta dell’attuale governo: “la immondizia c’è ma non si vede, con la felicità di qualche topolino in meno”; ma l’emergenza rifiuti è tutt’altro che superata.
E a quanto pare questi “rispettabili” signori hanno dimenticato nuovamente un diritto fondamentale sancito dalla nostra Carta Costituzionale: Diritto alla Salute!!

EMERGENZA RIFIUTI : DI NUOVO CRISI
Sciopero dipendenti, no raccolta in 26 Comuni

16.9.08 Nuova emergenza rifiuti a Caserta. O meglio emergenza rifiuti volutamente ‘celata’ che torna semplicemente in auge. Da circa cinque giorni i comuni, 26 in totale, gestiti dal consorzio Ce2 sono nuovamente immersi da immondizia a causa dello sciopero dei dipendenti che hanno indetto lo stato di agitazione per il mancato percepimento delle spettanze dovute. Per mercoledì mattina, invece, è previsto un incontro in prefettura a Caserta per cercare una soluzione definitiva. DAL GOVERNO CENTRALE – Il sottosegretario all´emergenza rifiuti in Campania, Guido Bertolaso, ha provato a chiarire il motivo del disagio. “Non esiste alcun problema di assegnazione delle quote di rifiuti – spiega l’uomo del cavaliere – da destinare nelle diverse discariche che quotidianamente la struttura del sottosegretario attribuisce ai comuni, ma solo e unicamente a difficoltà legate al sistema della raccolta di competenza territoriale”. CONSORZIO UNICO – Dopo lo scioglimento dei consorzi di bacino tutti i comuni stanno incontrando difficoltà di un certo rilievo. In tutti i casi si tratta di problematiche economiche, in quanto molti comuni risultano morosi e di conseguenza non riescono a mettersi rapidamente in regola. A farne le spese sono ovviamente i lavoratori che non percepiscono le mensalità dovute ed alcuni altri comuni che invece risultano in regola. LA SITUAZIONE ATTUALE – E’ di nuovo la città di Aversa quella più colpita dalla crisi. Santa Maria Capua Vetere si stanno mettendo in linea per non perdere terreno nei confronti del comune normanno. Ma è allarmante la situazione a Parete e Carinaro, i due comuni che comunque si sono contraddistinti negli ultimi tempi per l’ottima differenziata svolta.
(www.interno18.it)

ECOSCANDALO: SEQUESTRATA AZIENDA SMALTIMENTO RIFIUTI

CASERTA 17.9.08 – Controlli per combattere gli infortuni e tutelare l’igiene sul posto di lavoro: operazione del Noe e dei carabinieri, che sequestrano un impianto di smaltimento di rifiuti ferrosi a “Lo Uttaro”.
Nel pomeriggio di domenica, verso le 16, sulla strada statale Appia, in località “Lo Uttaro” di Caserta, i militari della locale stazione dei carabinieri, unitamente agli uomini del Nucleo operativo ecologico di Caserta, hanno sequestrato una struttura di smaltimento per rifiuti particolari.
Si tratta di un impianto della società “Ricicla molisana srl”. Le forze dell’ordine, grazie ad una mirata operazione, si sono presentati alla struttura e hanno proceduto a ispezionare un impianto di riciclo materiale ferroso all’insegna e il tutto è stato sottoposto a sequestro.
Il tutto è stato contestato con una circostanziata denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Nello specifico sono state riscontrate infrazioni alle normative inerenti infortuni ed igiene sul lavoro. I militari della Benemerita, alla fine delle operazioni, hanno posto i sigilli all’impianto, il quale è composto da un capannone che sorge su un area di circa diecimila metri quadri, immobile e macchinari sequestrati hanno un valore di duemilioni e cinquecentomila euro.
(www.casertaweb.com)

[Articolo a cura di my Love Poison Girl]