Rifiuti in fattori elementari

11 Settembre 08

Ricorrere alla semplicità. Questa la soluzione. Un problema, infatti, non è mai tanto complesso da non poter essere ridotto a una serie di sotto-problemi più semplici da approcciare e, di conseguenza, da risolvere.

Altra premessa: il problema della spazzatura in Campania (ma forse sarebbe più esatto scrivere “in Italia”) è tutt’altro che risolto; sta, viceversa, conoscendo una delle sue fasi più acute, per via della feroce disinformazione della quale è oggetto. Per intenderci: rimuovere i rifiuti dalle strade, ometterli alla nostra vista, e sostenere che il problema della nettezza urbana è stato risolto, equivale a fornire di una scatoletta di sardine ogni abitante del pianeta e tranquillizzarsi del fatto che la fame nel mondo è scomparsa!

Ciò premesso, vorrei sottolineare come in Giappone, tenendo presente la regola di scomposizione in fattori più elementari di cui sopra, un piccolo paese, Kamikatsu (2000 abitanti), abbia risolto definitivamente il problema dello smaltimento. Niente cassonetti, niente imprese per la raccolta di rifiuti. Questo perchè, semplicemente, tutti i residenti operano la raccolta differenziata. E non solamente con la plastica, la carta, il vetro e l’organico. I cittadini hanno l’obbligo di differenziare ben 34 diverse tipologie di rifiuti. E sono loro stessi a portarli presso i centri di recupero che poi provvederanno al riciclaggio.

L’idea nacque nel 2003, quando il paese si impegnò, per l’anno 2020, a ridurre a zero ogni spreco connesso allo smaltimento dei rifiuti, in un’ottica di totale riciclo. Ecco alcuni dei punti chiave introdotti dalla Kamikatsu-cho Zero Waste Declaration:


1. Kamikatsu-cho will strive to foster individuals who will not pollute our environment!
2. Kamikatsu-cho shall promote waste recycling and resource reuse to the best of its ability to eliminate waste incineration and landfill by 2020!
3. Residents of Kamikatsu-cho shall join hands with people around the world in order to improve the earth’s environment!

Il programma è invece disponibile sulla mirror giapponese di Greenpeace, a questo indirizzo.

Annunci

One thought on “Rifiuti in fattori elementari

  1. in Campania fino ad ora solo il sindaco di Mercato S.Severino in seguito ad un suo viaggio in Finlandia a riportato qui un idea brillante.
    Pare abbia fatto un enorme aria dove c siamo vari contenitori della spazzatura rilasciante uno scontrino fiscale per lo sgravio delle spese della spazzatura…ovviamente rispettando la differenziata!!!!In questo modo le persone si recano lì a buttare la spazzatura, creando un risparmio per loro e per le casse comunali evitando così bidoni, pulizia delle strade e ritiro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...