La “sbronza De Gennaro” – Parte 1

25 Gennaio 08

Partono i primi effetti della “sbronza De Gennaro” in tema smaltimento (in emergenza) dei rifiuti. Le misure del “commissario (straordinario) Giraldi”, ricordiamo, prevedono per la Campania le seguenti azioni:

  • Riapertura di 3 discariche: Difesa Grande (ad Ariano Irpino), Cava Riconta (a Villaricca), Tre Ponti (a Montesarchio), oltre ad una quarta discarica (Parapoti, a Montecorvino Pugliano) che, con linguaggio militaresco, servirà come “riserva strategica” e quindi, per il momento, non sarà riaperta.
  • Riapertura di 5 siti di stoccaggio (oltre a quelli temporanei già allestiti, come quello Ex-Ucar – a Caserta – che dopo due giorni di brillante attività si è esaurito, favorendo lo smaltimento, nuovamente, nel “panettone tossico” Lo Uttaro): Marigliano, Ferrandella, Pianura, Casalduni, Acerra.

Tralasciando la risposta del signor Bassolino alle feroci – pacifiche – opposizioni dei cittadini allarmati per la loro salute (“Bisogna isolare chi si oppone”… dove isolarci, signor Bassolino, in un lazzaretto di manzoniana memoria???), l’attuazione della “sbronza De Gennaro” ha prodotto i primi effetti colllaterali della sbornia. A Pianura, infatti, all’arrivo dei tecnici incaricati di allestire il sito per il deposito delle ecoballe, il sito stesso ha riservato una sorpresa: al suo interno, regolate dai ritmi incalzanti delle 8 ore giornaliere, erano – e sono tuttora – presenti ben 12 aziende, con duecento dipendenti, perfettamente in regola (documenti alla mano, i tecnici di De gennaro hanno dovuto impacchettare “baracca e burattini” e tornare dal loro capo). Lecito a questo punto chiedersi: può un commissario straordinario (e strapagato) per l’EMERGENZA RIFIUTI (modo gentile di definire il DISASTRO AMBIENTALE, ECONOMICO E TERRITORIALE che TUTTI NOI stiamo subendo) inviare una squadra di tecnici senza neanche essere a conoscenza dell’occupazione effettiva della zona in cui intende mettere in atto i suoi strampalati provvedimenti? E’ questa l’essenza del modello americano tanto predicato dal signor De Gennaro?

Annunci

2 thoughts on “La “sbronza De Gennaro” – Parte 1

  1. Ciao, ti invito a leggere la lettera del prof Francesco Bernieri che ho pubblicato sul mio blog (www.senzafiatoblog.blogspot.com) , dal momento che , leggendo il tuo blog ho visto che hai molto a cuore la questione rifiuti nella nostra regione.Tutti quelli di buona volontà che vivono in queste terre devono fare qualcosa….

  2. Pingback: La “sbronza De Gennaro” - Parte 2 « Reportage da un mondo di luogocomunisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...