Interrogativo

Annunci

George Orwell – 1984 (Tappa 2)

“Al vertice della piramide c’è il Grande Fratello. Egli è infallibile e potentissimo. […] E’ un volto sui manifesti, una voce che viene dal teleschermo. Possiamo essere ragionevolmente certi che non morirà mai. Già adesso non si sa con certezza quando sia nato. Il Grande Fratello è il modo in cui il Partito sceglie di mostrarsi al mondo. Ha la funzione di agire da catalizzatore dell’amore, della paura e della venerazione […]. Al di sotto del Grande Fratello c’è il Partito Interno, che comprende circa sei milioni di persone […]. E infine viene la massa silenziosa di coloro che abitualmente chiamiamo “prolet” […].”

[ “1984” – George Orwell, Parte Seconda, Capitolo IX ]

George Orwell – 1984 (Tappa 1)

“[…] una volta, pensò Winston, un uomo guardava il corpo di una ragazza, lo desiderava, e questo era tutto; ora non vi era più spazio nè per il puro amore nè per la pura lussuria. Non esistevano emozioni allo stato puro, perhè tutto si mescolava alla paura e all’odio. Il loro amplesso era stato una battaglia, l’orgasmo una vittoria. Era un colpo inferto al Partito. Era un atto politico.

[ “1984” – George Orwell, Parte Seconda, Cap. 2 ]

… … … …

So che io ci sono, sono presente, conduco la mia vita fra ciò che mi circonda.
Talvolta mi fermo a pensare che oltre l’arco del cielo, sia esso cupo, solare, notturno, impazzito, tu ci sei. Sei li, lontana, ma costante, come un pazzo diamante che risplende sull’acqua.
Quando sono in felice balia della notte, sento che una sola luna non basta: mi distendo, cerco quella sola luna che ho a disposizione… e provo ad immaginarti. I ricordi si confondono in mille spire, in mille voci e colori. E provo, di nuovo, ad immaginarti. Immagino di sognarti. E nel sogno accarezzo il tuo volto, guardando i tuoi occhi sui quali fa capolino qualche ciocca dei tuoi capelli neri, lisci, resi splendidi dal tuo sorriso. Il vento d’Aprile rende ispida la Senna. Chiudo gli occhi, gli occhi, e scompari. Mille storie, tutte diverse, ma il tuo volto è un inprescindibile caposaldo, tenace e dolce come solo tu sai essere. Mi chiedo tutte le notti se ha un senso, smentendomi perchè penso che non tutto debba averne uno…

Caserta tra Reggia e immondizia – 8

Nel mese di Ottobre 2006 iniziai, con un post, a parlare della grave situazione dello smaltimento dei riufiuti nella zona del casertano. Da qualche settimana la situazione sembra essersi “normalizzata”, ma il problema è, evidentemente, solo temporaneo, e lo è proprio in quanto non esiste una volontà, da parte delle nostre amministrazioni, di eliminare il problema in maniera definitiva (non si parla certo di costruire nuove discariche…).

Qualche tempo fa, vi proposi un post (clicca qui per vederlo) nel quale presentavo un video, da me realizzato (intitolato “Night and day”), costituito dalle immagini di una discarica nei pressi di Tredici (frazione di Caserta) e da quelle di un viale di Marcianise (CE), completamente invaso dalla nettezza urbana.

Il video che vi propongo questa volta si riferisce alla sola città di Marcianise, in particolare ad una zona limitrofa alla stazione ferroviaria, nella quale l’immondizia inibisce quasi il passaggio alle automobili. La zona è ad alta densità abitativa, come potete vedere dalla immagine qui di seguito, ottenuta da un rilevamento Google Earth:

(la parte cerchiata in rosso corrisponde all’area filmata nel video).
Il video è il seguente:

Caserta, appuntamento al RoyalCamp

Il fenomeno dei BarCamp è in costante crescita, nel resto del mondo come in Italia. Si tratta di riunioni, principalmente tese a radunare bloggers, ma potenzialmente aperte a chiunque sia interessato, nel corso delle quali, in maniera quanto più conviviale possibile, scambiare opinioni e dibattere sui temi trattati nei propri blog. Si tratta, cioè, di “trasportare” i contenuti dei blog dalla rete, quindi da virtuale, al reale.

Dopo Milano, Torino (Torino Barcamp), Roma (Romecamp) e le Marche (Marcamp), Dario ha proposto un’iniziativa interessante, quella di proporre un BarCamp, a tema tecnologico/telematico/informatico, nella nostra zona, in particolare nella bellissima cornice della Reggia di Caserta. Alcuni di noi hanno già proposto il loro contributo all’iniziativa, tesa tra l’altro a dimostrare che anche nel sud Italia esiste una forte realtà orientata allo sviluppo delle tecnologie ed, in generale, al mondo dell’Information Technology.

Alcune idee sono già state messe in campo: si tratterebbe di utilizzare un’area della primissima parte del giardino della Reggia (ovvero la prima parte del giardino che si incontra dirigendosi dalla Reggia vera e propria verso le cascate del “Torrione”), per montarvi uno (o degli) stand entro i quali svolgere le attività previste per l’incontro, stand provvisti eventualmente di una copertura wireless per la connettività wi-fi.

L’idea è ancora agli inizi: ogni aiuto (sponsor, idee, consigli, semplice rilancio dell’iniziativa tramite sito/blog) può essere utilissimo.
Potete commentare questo post oppure, per maggiori informazioni, consultare il sito di Dario

www.dariosalvelli.com

L’articolo dell’evento, battezzato “Royal Camp”, è il seguente:

http://www.dariosalvelli.com/2007/03/royalcamp-e-gli…

Esiste, inoltre, un apposito wiki, tramite il quale potete venire a conoscenza dei progressi dell’iniziativa e di tutte le informazioni che vi occorrono. Il link è:

http://barcamp.org/RoyalCamp

Io ci sarò… e voi?