Caserta tra Reggia e immondizia – 2

L’emergenza rifiuti sembra essere stata in parte arginata. Lo scandalo dei cumuli di immondizia, come ogni anno, scompare proporzionalmente alla prima operazione di rimozione dei rifiuti. Come per la camorra, che “c’è ma non si vede”, il problema della nettezza urbana continua a persistere. In particolare mi sono accorto che basta uscire di qualche centinaio di metri dai confini della città di Caserta, per ritrovare lo scempio che imperava nelle vie del centro sino a qualche settimana fa. In alcune zone di Marcianise, per esempio, alcune aiuole spartitraffico, qualche giorno fa, erano letteralmente invase dai maleodoranti cumuli di rifiuti, creando così una sorta di “collinetta” multicolori, che inibiva metà del passaggio anche sulla strada stessa. Altri esempi li ho rilevati in alcuni piccoli paesi dell’alto casertano, in particolare nella zona di Roccamonfina, dove i cassonetti risultavano invisibili, trasbordanti di nettezza urbana com’erano. Altri ancora nei comuni di Aversa, Santa Maria Capua Vetere, San Prisco, Casagiove, e non credo che il fenomeno si limiti a questi comuni.

Di questi esempi rammarico, oltre la gravità delle situazioni, la mancanza di testimonianze visive (foto o video). Il problema è tutt’altro che risolto, e il tam tam, come la solita moda “striscialanotiziana”, si è già dissolto. Questo blog cerca di tenerlo vivo. Chissà che non continui a riecheggiare, fino a quando qualcosa di non virtuale venga messo in atto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...