Un milione di pc in Libia

Il leader libico MuhammarGheddafi, insieme a Nicholas Megroponte, responsabile del MIT (Massachusetts Institute of Technology), si è accordato affinchè entro il 2008 gli studenti della Libia (circa 1,2 milioni), ricevano i computer portatili a basso prezzo (meno di 150 dollari) messi a punto dall’organizzazione no-profit OLPC (One Laptop Per Child).Negroponte, fratello del responsabile dell’intelligence USA John, ha incontrato Gheddafi ad Agosto raggiungendo l’intesa.Il compter in questione, di colore verde, ha uno schermo che può essere ruotato in tutte le direzioni, ma soprattutto è dotato di una manovella grazie alla quale è possibile caricare la batteria senza necessità di corrente elettrica. Grazie a quello che è stato ribattezzato <<computer a manovella>>, la Libia potrebbe diventare uno dei paesi più informatizzati al mondo, superando addirittura Usa e Singapore.

notizia tratta dalla sezione ‘Cronache’ del Corriere della Sera, in edizione ‘Operazione invito alla lettura’

Annunci

One thought on “Un milione di pc in Libia

  1. Pingback: OLPC: La sfida continua « Reportage da un mondo di luogocomunisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...