Cantico notturno di tre girovaghi

caser_e_cane.JPG

Il Corso… solo un cane e il vento freddo. Ma anche “il tempo delle cattedrali”.


Calypsos – Il nuovo album di Francesco De Gregori

Nuovo album per il cantautore romano Francesco De Gregori. Il titolo, Calypsos, richiama un celebre ballo giamaicano, ma anche una ninfa greca. E’ così che De Gregori ama spiazzare i suoi ascoltatori. A meno di un anno dall’uscita di Pezzi, album abbastanza trasversale rispetto ai ritmi e alle sonorità alle quali il cantautore ci aveva “abituato”, ritorna, abbastanza in sordina (almeno per ora…) con un album di 9 tracce, concepite nello scorso autunno in un borgo umbro, ai confini con le Marche, laddove Francesco produce il suo olio extravergine. Da quell’atmosfera così particolare nasce un album dalle sonorità decisamente più acustiche, che mettono da parte i crismi dell’elettronica per dare una sensazione di respiro e di tranquillità. Queste sensazioni si ritrovano anche nei testi, meno politicizzati, meno sofferenti e ribelli, ma forse gentilmente e diligentemente d’evasione. Per quanto riguarda l’uscita del disco, l’attesa sarà breve: è prevista infatti per il 10 Febbraio di quest’anno, e sarà seguita molto probabilmente da un tour.

grazie a Giovanni per l’indicazione

il suono del nulla – Sebastian’s writings

Sono qui ed ascolto.

Cosa? Di cosa parli?

Il nulla. Saprei riconoscerlo nel Medioevo e sul pontile di un mercantile affollato (crowded, come suggerisce la mia coscienza).

C’è qualcuno che bivacca, insolito, dall’altro lato della spiaggia, nell’antro oscuro della fredda miniera. Guarda la notte senza comprenderla, nonostante gli astri siano pittori e assassini pentiti, stanotte.

Il nulla.

Ma ci pensi, abbiamo scoperto il centro della terra? E’ caldo e racchiude come un’infinita valigia tutti i rimpianti del mondo, l’ho intuito subito… sono un sognatore e ho dalla mia la vita.

Santiago ha fatto pesca grossa, la Natura non ha vinto, e nella sua piccola capanna in riva al mare lo attende un plotone d’esecuzione, che spara lische d’acciaio. Santiago.

Forse la Natura ha vinto, quella dell’uomo. Voltati, è il turno sbagliato. La sedia di vimini e sfilacciata, consunta, logora.

Il nulla.

Che suono ha l’avvenire? Si perde tra celebri sonorità ancora da incidere, o è un’unica chitarra strappata all’ultimo bambino (child… è la coscienza) sulla Terra?

Il Forum Social Mundial per la libertà informativa

Una delle sfide che i media alternativi assumeranno, sarà quella della registrazione e diffusione di grossi dibattiti e delle varie proposte provenienti da movimenti e/o associazioni sociali nel VI Forum Sociale Mondiale (Forum Social Mundial, FSM) del Venezuela, un progetto che mira ad aggregare e dare risalto ai mezzi di informazione alternativi e liberi.
Il sito web del comitato riporta il successo di esperienze di altri FSM, come ad esempio il progetto ‘Ciranda’, una esperienza molto interessante di comunicazione condivisa che riguarda giornalismo scritto, ma anche altre costruttive iniziative di tipo radiofonico e televisivo. L’evento è previsto nel periodo che va dal 24 al 29 Gennaio, e vedrà la partecipazione di oltre 4000 comunicatori, che avranno a disposizione una moderna sala-stampa nell’hotel Caracas Hilton. L’ampia sala disporrà di tutta una serie di agevolazioni e strumenti di comunicazione, tra i quali ad esempio 150 computer in rete, tramite i quali sarà possibile, ai comunicatori, la stesura di pagine digitali che appariranno quotidianamente nella pagina web del FSM.

“um outro mundo é possìvel”

sito web : Forumsocialmundial.org.br

Vinicio Capossela – Ovunque proteggi

 

In occasione dell’uscita del nuovo album di Vinicio Capossela, “Ovunque Proteggi”, ho ripreso un post sul mio vecchio blog, che “allora” fu quasi una notizia in anteprima assoluta!!!

Scherzi a parte, l’album di Vinicio è stupendo, consiglio a tutti di ascoltarlo, magari più di una volta per la sua non-immediatezza. Ecco il post, che risale al 28 Dicembre del 2005:

 Ovunque proteggi – Vinicio Capossela  

Ha una data d’uscita nei negozi di dischi il nuovo album del musicista tedesco Vinicio Capossela. Il giorno è il 20 Gennaio dell’anno prossimo venturo, ed il titolo è “Ovunque Proteggi”.
Il disco, per un totale di 13 brani, vede la collaborazione, per la produzione, tra Pasquale Minieri e lo stesso Capossela, mentre dal punto di vista dei featuring artistici figurano nomi come Mario Brunello, Ares Tavolazzi, Roy Paci, Stefano Nanni, Marc Ribot, Gak Sato, personaggi abbastanza consoni a prestarsi alla collaborazione e all’estro di Capossela, al suo mondo di pagliacci, donne ed uomini, ebbrezze notturne, alterazioni, sensazioni, figure allegoriche al limite del macchiettismo…
«Ho deciso di intendere i brani come ognuno a se stante, a ognuno un luogo, a ognuno i suoi musicisti», spiega Capossela. «Il risultato è stato portare ciascun brano all’estremo delle sue potenzialità, ciascuno in fondo alla sua suggestione»

 nella foto : Vinicio Capossela